delete

Borsa di studio per la tesi di laurea sul linfedema secondario e riabilitazione .

L’Amdos  di Avellino è da sempre  impegnata nella campagna di  sensibilizzazione delle pazienti  sottoposte all’asportazione dei linfonodi ascellari (linfoadenectomia) e/o a radioterapia, cause di linfedema secondario. Il linfedema è una patologia cronica a carattere evolutivo, disabilitante, caratterizzata da un rallentamento o da un blocco della circolazione linfatica a carico dell’arto superiore e/o inferiore che  se diagnosticato in tempo e trattato in modo adeguato, può essere curato sino alla guarigione. Si tratta purtroppo di una patologia di cui si parla ancora poco e per la cui cura si può contare solo su un esiguo numero di esperti.

L’associazione  si è fatta promotrice , in questi anni ,di diverse azioni  divulgative al riguardo. Dalla stampa di materiale informativo all’organizzazione di convegni rivolti anche al personale sanitario. Partendo dal presupposto che bisogna andare oltre, superare i limiti, nella seduta del 29/09/2020, su proposta della presidente dr.ssa Silvana Ianuario, l’assemblea generale dell’associazione ha deliberato:

  • di destinare ad un laureando, nel corrente anno, del corso di fisioterapia con la tesi di laurea sul linfedema secondario e riabilitazione, presso il Moscati, residente ad Avellino o provincia, una borsa di studio di un massimo euro 5.000;
  • l’AMDOS si farà carico delle spese che sosterrà il vincitore sia per l’iscrizione al corso di trattamento completo del linfedema tenuto dalla dr.ssa Giardini, uno dei massimi esperti in linfedema, sia degli ulteriori costi sostenuti ai fini del completamento del corso stesso.

Per ulteriori informazioni, contattare la dott.ssa Silvana Ianuario al numero 349/2422796.

delete

Lian Gong – I movimenti della salute

Care amiche, continua la nostra ricerca di una attività motoria adatta all’età e alle condizioni fisiche, che sia mirata ad alleviare lo stress ed i dolori acuti. Il nostro obiettivo è quello di “muoverci insieme”, condividendo momenti di benessere, attraverso la disciplina “Lian Gong”. La location è la “Bodhi Balance”, sita nelle vicinanze della nuova Stazione, in Via Aldo Pini, 10, Avellino. Lì vi attenderà l’esperto Maestro Antonio Pellecchia.

Il costo per le socie è di 10 euro. Si ricorda che la quota di iscrizione annuale all’Amdos è di 20 euro.

Aspettiamo le vostre adesioni,

Un caro saluto.

delete

Linfedema: può essere riconosciuto come causa di handicap?

Il linfedema, lo ricordiamo: è una patologia che si manifesta con il gonfiore dovuto all’accumulo di linfa nei tessuti. Può interessare un braccio (dopo chirurgia e/o radioterapia per tumore della mammella con interessamento dell’ascella) o una gamba (ad esempio dopo chirurgia e/o radioterapia ai linfonodi inguinali per tumori ginecologici – utero, cervice, ovaio o vulva o a causa di un melanoma) e talvolta anche altre parti del corpo se i linfonodi (regionali) sono stati asportati chirurgicamente o sottoposti alla radioterapia, oppure sono ostruiti dal tumore. Infatti, se i linfonodi o i vasi linfatici sono compromessi o ostruiti, la linfa non può defluire e di conseguenza ristagna nei tessuti causando gonfiore, infiammazione, dolore e limitando i movimenti. L’entità dei sintomi dipende dal grado del linfedema, che può essere lieve, moderato o severo. Se un linfedema di grado lieve può passare quasi inosservato, negli stadi più avanzati il tessuto cutaneo si può indurire e possono insorgere serie conseguenze a livello della pelle che può arrivare a spaccarsi per l’accumulo di linfa nei tessuti, o possono verificarsi piccole lesioni da cui fuoriesce un po’ di linfa. Nei casi più gravi l’arto si deforma, con conseguenti gravi limitazioni nella capacità di svolgere le normali attività della vita quotidiana, anche per coloro i quali possono considerarsi guariti dal cancro.

La tempestività delle cure per il linfedema è fondamentale e può fare la differenza, evitando che sintomi iniziali lievi si trasformino in danni permanenti ai tessuti, causati dall’accumulo di linfa e che possono, quindi, comportare gravi conseguenze inabilitanti anche sul piano sociale e lavorativo.

La disabilità connessa e conseguente al linfedema (primario o secondario), fino ad oggi non veniva riconosciuta formalmente come specifico stato di invalidità civile e/o di handicap.

Per fare chiarezza sulla condizione delle persone affette da linfedema,  il 13 giugno 2018 l’INPS, in risposta all’istanza congiunta di FAVO  (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia favo.it ), AiMaMe (Associazione Italiana Malati di Melanoma aimame.it ), ITALF (International Lymphoedema Framework italf.org ) ed SOS Linfedema (soslinfedema.it ), ha emanato una nota, a firma del Coordinatore Generale Medico Legale Prof. Massimo Piccioni, contenente le linee guida sul linfedema ed indirizzata a tutte le commissioni medico-legali dell’ente. Con tale documento, l’INPS ha dato ampia ed esaustiva risposta alle istanze dei pazienti che avevano evidenziato gli aspetti del disagio funzionale e psicologico delle persone affette da linfedema e, soprattutto, alle necessità di cura e di adeguata valutazione degli effetti invalidanti (sia dal punto di vista dell’invalidità civile e previdenziale che riguardo allo stato di handicap), finora negati.

Consigli ed indicazioni scientificamente validate dai maggiori esperti in materia sono contenute nel libretto informativo sul “Linfedema” realizzato dall’Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti e amici (AIMaC).

delete

Carta di Persone non solo Pazienti

[et_pb_section admin_label=”section”]
[et_pb_row admin_label=”row”]
[et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Text”]L’amdos di Avellino aderisce a questo importante documento proposto da Europadonna Italia, Favo, Salute Donna,  rivolto alle istituzioni sanitarie, affinchè i pazienti e le associazioni che li rappresentano siano considerati nella informazione, nell’accesso all’innovazione e nei processi decisionali in materia sanitaria.

carta di persone non solo pazienti

[/et_pb_text][/et_pb_column]
[/et_pb_row]
[/et_pb_section]

delete

CARTA DEI DIRITTI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO ALL’ APPROPRIATO E TEMPESTIVO SUPPORTO NUTRIZIONALE

scarica qui  carta_diritti_nutrizione

delete

Visite Linfologiche Gratuite

Le visite riprenderanno dopo la pausa estiva presso la sede dell’Associazione in via Tagliamento (ex Eca). Ricordiamo che sono erogate gratuitamente a tutte le donne operate al seno, sottoposte ad asportazione di linfonodi ascellari, linfonodo sentinella, radioterapia.

delete

12/09/2021 La Camminata Rosa, la camminata della Vita

E’ iniziato il count down per la 7 edizione della Camminata Rosa che lo scorso anno, causa Covid, si è tenuta in versione “Drive in Rosa ” presso il Laceno.

Affrettati ad aderire non puoi mancare perchè solo uniti si vince !

delete

GIORNATE DELLA PREVENZIONE

Da giugno di quest’anno le giornate della prevenzione, riguarderanno, oltre alle visite senologiche anche le visite ginecologiche grazie alla disponibilità della ginecologa dott.ssa Ciccone.